Il parco visto da vicino

CEAS del Monte Nerone e Alpe della Luna

Nel cuore dell’Appennino, ben visibili dalla città di Urbino, si elevano le vette calcaree del Massiccio del Monte Nerone, selvaggio gruppo montuoso che racchiude in sé una suggestiva varietà paesaggistica: prati, boschi, zone rupestri si alternano creando un dedalo di torrenti e cascate. Forre e canyon solcano le rapide pendici di questa montagna. La fauna di notevole interesse scientifico comprende l’aquila reale ed il gufo reale. Il lupo e i grandi ungulati, sono i signori del bosco. Alcuni rari anfibi, quali la salamandrina dagli occhiali e il geotritone italico, popolano le grotte e le forre. Nelle valli, piccoli e graziosi paesi sono sovrastati da picchi rocciosi da cui dominano ruderi o antichi castelli, testimonianza di un passato ricco di civiltà, come il Castello Brancaleoni di Piobbico e nell’altra vallata, la medievale Città di Castello.

Il territorio Alpe della Luna ha conservato gli elementi caratterizzanti l’antica provincia ecclesiastica medioevale “Massa Trabaria”, luogo di confine e di transito : l’Abbazia Benedettina di Lamoli (sec X) ed il nucleo fortificato del Castel della Pieve (di dantesche vicende) sono le testimonianze di maggior pregio fra le tante torri di avvistamento, case coloniche, agglomerati rurali, chiese e pievi ancora oggi magistralmente inserite nel paesaggio. L’Alpe della Luna è interamente ricoperto da boschi cedui (con un’ultima testimonianza dell’Abete Bianco) dove caprioli, cinghiali, poiane, scoiattoli, ecc.. vivono in completa libertà.

Il sistema CEA Monte Nerone e Alpe della Luna, individua nella struttura residenziale Rifugio Escursionistico di Piobbico, la sede operativa del Centro di Educazione Ambientale. Da anni il Consorzio Terre Alte opera sull’intero territorio di riferimento nella costruzione di politiche a favore non solo di una “comunità dialogante capace di futuro” ma anche a favore di una progettazione turistica tout-court sostenibile, responsabile e consapevole.

Le strutture afferenti al Sistema CEA Monte Nerone e Alpe della Luna sono:

  • Struttura di coordinamento, con aule e laboratori  didattici, uffici di   Pianacce  (Comune di Acqualagna).

  • Rifugio CEA di Piobbico ( Comune di Piobbico)

  • Rifugio La Chiusura (Comune di Apecchio)

  • Casa vacanze Val Rupina “Lamoli“ Alpe della Luna (Comune di Borgo Pace)

  • Casavera Apecchio appartamento per vacanze – appoggio logistico per i docenti – (Comune di Apecchio)

Progetto “Il Paesaggio tra Natura e Cultura"

La conoscenza, la localizzazione e la promozione degli ecosistemi presenti nel territorio risulta fondamentale per poter fare scelte che permettano, agli enti e alla cittadinanza tutta, di sviluppare azioni in linea con una cultura dello sviluppo sostenibile.

Il Progetto Paesaggio tra natura e cultura propone due linee di azioni educative:

A1) Esperienze educative in un territorio di avventure!

esperienze turistico-educative di uno o più giorni rivolte a scuole, università e a gruppi organizzati; esperienze costruite su proposte di natura ricreativo-educativa sulla biodiversità e il paesaggio naturale e umano

A2) Camminare in Appennino

esperienze turistico-ricreativo di uno o più giorni rivolte a gruppi organizzati e a turisti in genere

 

Progetto “Ecomuseo del Paesaggio Rurale del Montefeltro"   

Con il termine ecomuseo si intende un’istituzione culturale, un’agenzia di ricerca e di servizi, uno spazio dove conservare la memoria di territorio e di una comunità.

L’ecomuseo del paesaggio rurale quindi è uno spazio sia fisico che concettuale dove in forma permanente, su un determinato territorio e con la partecipazione della popolazione, si estrinsecano le funzioni di ricerca, conservazione, valorizzazione di un insieme di beni naturali e culturali, rappresentativi di un ambiente e dei modi di vita che lì si sono succeduti.

Questa iniziativa culturale prende spunto dallo storico museo dei Fossili e dei minerali del monte Nerone ma poi si sviluppa su tutto il territorio il quale deve essere inquadrato come un museo “diffuso”, che comprende tutti i valori ambientali ma che poi vanno intersecati con i valori antropici, stratificati nel tempo.

Il territorio come museo si estende sull’intero complesso montuoso del Monte Nerone. e della dorsale dell’Alpe della Luna L’area dell’ecomuseo potrà essere percorsa, esplorata e goduta da ogni genere di fruitore, purché responsabile e consapevole. L ecomuseo sarà facilmente accessibile al pubblico con la creazione di itinerari di visita, la creazione di servizi stabili di fruizione e di accompagnamento turistico culturale tramite il coinvolgimento di professionisti che lavorano con i Centro di educazione ambientale del territorio, come ad esempio:   guide ambientali escursionistiche, esperiti geologi, paleontologi, guide turistiche, animatori culturali .

Inoltre il territorio potrà essere fruito tramite l’ausilio di diversi mezzi di trasporto, come ad esempio: minibus, biciclette, canoe, cavallo, ecc.

Il cuore dell’ecomuseo sarà il Museo dei Fossili e dei Minerali del Monte Nerone ad Apecchio mentre i Centro di Educazione Ambientale del Nerone fornirà i servizi di accoglienza mettendo a disposizione dei visitatori le foresterie del rifugio la Chiusura in comune di Apecchio e del CEA di Piobbico per complessivi 70 posti letto.  

La Cooperativa La Macina Terre Alte è in grado di progettare e personalizzare le tue attività di educazione ambientali che ritieni più idonee e il linea con il tuo progetto didattico/educativo.

Scopri alcune delle nostre proposte e chiamaci per organizzare insieme attività personalizzate. 

Info e prenotazioni

La Macina Terre Alte Coop Soc di Comunità tipo B Onlus

Via Pianacce, 1 – 61041 Acqualagna (PU) – Italy

email: prenotazioni@lamacina.it

Tel. +39 335 1230615 – 0721 700226 (feriale)

Richiedi Info


    Ultime notizie

    Alte Marche Creative

    Il progetto Alte Marche creative è il tentativo di dar vita ad una collaborazione tra imprese dell’ambito culturale e turistico, nonchè coinvolgere le Amministrazioni. Il progetto mira alla valorizzazione del territorio e dei suoi peculiri beni artistici e culturali, per creare la sinergia necessaria tra i soggetti capaci di rappresentare ...
    Leggi

    Il “trek and food”, la novità La Macina per l’estate 2020

    Parte la 29° stagione di Camminare in Appennino, la rassegna di escursioni targate La Macina Terre Alte, per un turismo outdoor di qualità sui monti dell’appennino pesarese. Sono 3 le prime escursioni organizzate tra giugno e luglio con la novità del “trek and food” in collaborazione con alcuni ristoranti del ...
    Leggi

    Sulla Via di Francesco

    Vivere la spiritualità all'aria aperta.
    Leggi

    Un pieno di avventura con il nuovo catalogo La Macina 2020

    48 pagine di pura avventura outdoor
    Leggi
    Soft Rafting

    È on-line il sito web La Macina

    esperienze outodoor...a portata di click
    Leggi

    25/26 luglio – Open week end a Casanova: Trekking e Avventure in Casentino

    Riparte la stagione estiva anche al Rifugio Casanova di Badia Prataglia nelle foreste casentinesi. Aldo e lo Staff del Rifugio stanno approntando le ultime sistemazioni con le piccole opere di manutenzione necessarie e confrontandosi sui programmi 2020. Quali le novità? Semplicemente la cordialità del personale Casanova, unità alla buona cucina ...
    Leggi

    Riesco Marche

    Percorsi Aree Interne All’interno del progetto RIESCO Marche, ci proponiamo di realizzare un percorso di disseminazione, informazione e acquisizione di competenze. E’ noto a noi da anni che il nostro territorio ha la necessità di una riprogettazione anche dal basso e dal mondo del terzo settore. Un mondo fatto di ...
    Leggi

    Il “nostro bosco” ad Apecchio, un laboratorio per turisti e scuole

    Si parla tanto di salvare la natura attraverso svariate azioni di sensibilizzazione, a mezzo stampa ed eventi di varia natura, ma di acquistare un bosco intero è cosa rara. Così Aldo Cucchiarini, guida storica della Coop La Macina insieme ad altri suoi concittadini ha deciso di acquistare, appunto, un bosco ...
    Leggi